Notia.it

Servizi

Cerchi un commercialista ma non sai come fare? Ecco alcuni consigli utili

by

Cerchi un commercialista ma non sai come fare? Ecco alcuni consigli utili

Sicuramente ti starai chiedendo quali ragionamenti e considerazioni fare per scegliere il commercialista più adatto alla tua attività. Esperienza, affidabilità e conoscenza del settore in cui opera la tua azienda sono alla base della scelta. Capita molto di frequente di parlare con imprenditori che non si sentono seguiti in modo adeguato dal proprio commercialista e che la loro attività non venga sviluppata in modo corretto.

Se sei arrivato fin qui è perché sei in cerca di consigli. Sia che tu gestisca un’impresa, o sia un libero professionista, la scelta più importante da prendere è proprio quella del commercialista. Si tratta di una valutazione da fare con molta attenzione, in ballo c’è il futuro della tua azienda.

Quando bisogna scegliere il commercialista?

Il primo errore da non commettere riguarda proprio il momento in cui bisogna fare la scelta. Il commercialista va scelto prima di avviare la propria attività e, insieme vi dovete dedicare alla creazione dell’azienda. Questo perché se la tua scelta è corretta, il commercialista sarà in grado di aiutarti consigliandoti il regime fiscale più conveniente, la ragione sociale migliore, le eventuali agevolazioni, preventivando lo sforzo finanziario e indicandoti le possibili forme di finanziamenti.

Da qui puoi già capire se hai fatto la scelta giusta valutando la sua attenzione alle fasi di nascita dell’azienda i consigli che è in grado di darti per strutturare la tua azienda e la sua conoscenza sulle normative vigenti.

Se invece stai pensando di cambiare il tuo attuale commercialista, pondera per tempo la scelta, ti ci vorrà del tempo altrimenti dopo poco ti ritroverai a dover affrontare lo stesso problema. Ricordati, un commercialista esperto e preparato è in grado di fare la differenza per la crescita della tua azienda. Il cambio del consulente è spesso dettato da incompatibilità che inevitabilmente portano ad un punto di rottura, non farti guidare dalla diffidenza, ma metti alla prova il potenziale commercialista ponendogli delle domande precise e particolari.

Come scegliere il commercialista: consigli utili

Tutti gli imprenditori che sono riusciti a far crescere la loro azienda nel tempo hanno avuto un rapporto sincero e diretto con il loro commercialista.

Vediamo quindi i consigli più importanti per affrontare questa scelta:

• Controlla che sia iscritto all’albo: un commercialista deve aver studiato economia attraverso un percorso di studi impegnativo e lungo, avere alle spalle anni di praticantato e soprattutto aver sostenuto l’esame di abilitazione.

• Scegli il professionista con maggiori competenze ed esperienza nel tuo settore: non esiste il commercialista perfetto per tutti, ma quello più funzionale alle tue esigenze si. Ognuno sceglie il proprio settore di competenza: fiscalità internazionale, e-commerce, tutela del patrimonio, holding eccetera. Per questo è fondamentale scegliere il professionista che ha più esperienza nel tuo settore di competenza, se ti occupi di diversi settori allora dovresti affidarti a più di un commercialista.

• Non basarti solo sul prezzo: sarebbe l’errore più grave, spesso servizi complessi e più accurati hanno prezzi più alti. Molte volte vale la pena spendere qualcosa in più per avere più reperibilità, servizi o consulenze particolari. Ricordati di mettere tutto per iscritto e firmare entrambi il contratto.

Quali domande fare al commercialista per valutarne la scelta

Conoscere le giuste domande da porre al commercialista ti mette in una situazione sicuramente più vantaggiosa. Vediamone alcune che sicuramente possono esserti utili:

Come posso prepararmi per la stagione fiscale?

In genere questa è la prima domanda da porre in modo che sia facilitato nella compilazione di tutti i moduli necessari. Naturalmente se i tuoi registri sono ben organizzati il suo lavoro sarà più veloce. Puoi anche chiedere:

• Quali modifiche sono state fatte alla normativa fiscale che interessa la mia azienda?

• Come posso massimizzare i risparmi fiscali?

• Come tenere traccia delle detrazioni fiscali nel modo migliore?

A quale area della mia attività devo dare la priorità?

Le priorità di un piccolo imprenditore cambiano spesso, il datore di lavoro è solitamente responsabile degli appaltatori, delle assunzioni, del servizio clienti e del marketing. Se hai poco tempo e devi occuparti di tante cose fatti aiutare a fare una tabella delle priorità in modo da dare la precedenza alle cose più importanti.

In che modo puoi aiutarmi a far crescer l’azienda?

L’obiettivo principale di ogni attività è quello di crescere, chiedi al tuo commercialista di aiutarti a far crescere la tua azienda. Essendo specializzati in materia fiscale ed economica sanno dove trovare possibilità di crescita e soprattutto cosa evitare.

In che settore operano i clienti di maggior successo che segui?

Chiedigli di dirti i settori in cui operano i suoi clienti che stanno avendo maggior successo, questo ti aiuterà a capire le sue specializzazioni e i settori nei quali è meglio investire in quel momento.

Formalizza l’incarico

Quando credi di aver trovato il commercialista giusto per te il passo da fare è quello di farsi fare un preventivo scritto e dettagliato. Verifica che il documento riporti i doveri e i diritti di tutte e due le parti e che sia firmato da entrambi.