Notia.it

Arredamento

Caratteristiche e vantaggi delle stufe a pellet senza canna fumaria

by

Le stufe a pellet sono ormai diventate il sistema di riscaldamento preferito dagli italiani, non soltanto perché utilizzano un combustibile naturale, ma anche perché riscaldano con efficacia ambienti di grandi dimensioni in pochissimi minuti. Se state pensando di acquistare una stufa a pellet, in questo articolo analizzeremo i modelli senza canna fumaria e se sono adatti per la vostra casa. 

Stufe a pellet senza canna fumaria: caratteristiche principali 

I primi modelli di stufe a pellet si caratterizzavano per un sistema di scarico molto semplice: i fumi venivano convogliati all’interno di una canna fumaria preesistente, quindi se non si possedeva un camino, era molto difficile installare questo tipo di modello. Tutte le stufe necessitano di un tubo di scarico per lasciar fuoriuscire i fumi derivanti dalla combustione del pellet, quindi non esistono modelli che non presentano questo elemento. La differenza rispetto ai modelli tradizionali è che le stufe a pellet di ultima generazione non devono essere collocate in prossimità di una canna fumaria, ma si può costruire un tubo di scarico per i fumi in qualsiasi angolo della casa.
Le stufe senza canna fumaria sono molto più semplici da installare perché non deve esserci un condotto per i fumi preesistente, ma basta un piccolo tubo per permettere alle emissioni di fuoriuscire in completa sicurezza. Oltre all’assenza di canna fumaria, questi modelli presentano le medesime caratteristiche di tutte le altre stufe a pellet, quindi la scelta dipende esclusivamente dalla comodità di installazione e dalla possibilità di installare il sistema per il riscaldamento in ogni stanza dell’abitazione. Nelle stufe senza canna fumaria, basterà praticare un foro circolare nella parete e installare un piccolo tubo di scarico, senza dover collegare altri elementi all’interno di condotti o camini preesistenti. 

Vantaggi di installare stufe a pellet senza canna fumaria 

Acquistare e installare una stufa a pellet senza canna fumaria può comportare diversi vantaggi, soprattutto se si abita in un condominio e non si vuole allacciare il proprio sistema di riscaldamento al condotto principale. Un altro vantaggio nello scegliere questi modelli riguarda i tempi di installazione, difatti basterà soltanto forare la parete e inserire il tubo di scarico, quindi in circa 40-60 minuti si potrà già attivare la stufa a pellet. I modelli con canna fumaria devono invece essere inseriti in un condotto principale e di conseguenza si dovrà raggiungere il tetto dell’edificio attraverso un sistema di tubi e in alcuni casi si ha la necessità di effettuare alcuni interventi strutturali. Le stufe a pellet senza canna fumaria possono essere installate in completa autonomia mentre per gli altri modelli è necessario contattare un idraulico o degli operai edili, anche se la legge impone che la prima accensione venga eseguita da un tecnico abilitato. Se si sceglie una stufa a pellet priva di canna fumaria, si potrà collocare in ogni ambiente, dovrà esserci soltanto una presa di corrente per attivare il pannello di controllo. I modelli di stufe a pellet di ultima generazione rispetto a quelli con canna fumaria hanno costi nettamente inferiori, senza contare che non si dovranno sostenere delle spese per gli interventi strutturali e si otterrà un risparmio immediato.